ricerca--portale--comune

Affari Demografici

Il Servizio cura la gestione dell’anagrafe, dello stato civile e dei servizi cimiteriali. Gestisce inoltre la leva e l’elettorale

 

Via Roma, 30 – Piano Terra

 

Responsabile: Dott.ssa Barbara Ceragioli
Orario: riceve su appuntamento

e-mail barbara.ceragioli@comune.porcari.lu.it

 

ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO DEI SERVIZI DEMOGRAFICI (SOLO SU APPUNTAMENTO)

 

lunedì 8.30/12.30
martedì 8.30/16.30 orario continuato
mercoledì 8.30/12.30
giovedì 8.30/12.30
venerdì 8.30/12.30
sabato chiuso

 

Piero Morganti tel. 0583/211861 –  piero.morganti@comune.porcari.lu.it
Annarosa Davini tel. 0583/211864 – annarosa.davini@comune.porcari.lu.it
Chiara Seghieri tel. 0583/211863 – chiara.seghieri@comune.porcari.lu.it

 

PEC: demografici.comporcari@postacert.toscana.it

 

Dichiarazioni di vendita di veicoli
L’art. 7 del decreto legge 4 Luglio 2006 n. 223 (convertito con L. 248/2006) ha previsto la possibilità di richiedere agli uffici comunali l’autentica degli atti e delle dichiarazioni, aventi per oggetto i passaggi di proprietà di beni mobili registrati (veicoli e rimorchi) o, la costituzione di diritti di garanzia sui medesimi.
Si tratta tuttavia di competenza limitata all’attestazione che la sottoscrizione è apposta alla presenza del dipendente incaricato. Eventuali informazioni su situazioni particolari dovranno pertanto essere richieste al PRA – Pubblico Registro Automobilistico, al quale peraltro dovrà in ogni caso essere consegnata la dichiarazione di vendita per la registrazione, previo pagamento della tassa prevista.
NON E’ PREVISTO IL SERVIZIO DI AUTENTICA A DOMICILIO che, tuttavia, può essere richiesto all’ ACI

 

 

Modulistica

MODULO_autorizzazione_cremazione

MODULO_DISPERSIONE_CENERI

MODULO_Affidamento_Ceneri

MODULO dichiarazione di residenza

MODULO richiesta pubblicazioni di matrimonio

 

 

Carta di identità elettronica

Dal 7 maggio 2018 presso l’ufficio anagrafe del comune sarà possibile richiedere la Carta di Identità Elettronica (CIE). Per il rilascio della CIE sarà necessario fissare un appuntamento chiamando dal lunedì al sabato uno dei seguenti numeri telefonici 0583211873-866-863.

Caratteristiche del documento

La nuova Carta di identità elettronica si presenta come una tessera di materiale plastico dalle dimensioni uniformate a quelle delle altre smart card (bancomat, carte di credito, patente, ecc.) ormai di uso comune. Essa è dotata di un microprocessore (chip) informatico nel quale sono immagazzinate elettronicamente diverse informazioni.

Grazie a ciò, la nuova C.I.E. è:
– un documento di identificazione del cittadino che consente di comprovare in modo certo l’identità del titolare, tanto sul territorio nazionale quanto all’estero;
– un documento di viaggio parificato al passaporto in tutti i paesi appartenenti all’Unione Europea e in quelli con cui lo Stato italiano ha firmato specifici accordi (es.: area “Shengen”);
– uno strumento da utilizzare per richiedere una identità digitale sul sistema SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) dello Stato;
– un sistema per autenticarsi nei servizi telematici della pubblica amministrazione che consentano tale modalità di identificazione.
La carta ha un numero seriale stampato sul fronte in alto a destra che prende il nome di numero unico nazionale.

Il rilascio del documento cartaceo sarà sospeso, fatto salvo il caso di documentate esigenze di urgenza. In particolare la CIE non potrà essere rilasciata dal comune, e sarà invece rilasciato il documento cartaceo nei seguenti casi: richieste urgenti documentate per motivi di salute, viaggio, consultazione elettorale e partecipazione a concorsi o gare pubbliche, cittadini iscritti all’Aire,
persone temporaneamente dimoranti nel comune, persone cui l’Agenzia delle entrate abbia  rilasciato un codice fiscale provvisorio “numerico” o i cui dati anagrafici non risultino “allineati” con l’anagrafe oppure quando, per motivi tecnici, non possa essere rilasciata la CIE.

Come richiedere la CIE

La Carta di identità elettronica può essere richiesta presso il proprio Comune di residenza o presso il Comune di dimora e la sua durata varia secondo le fasce d’età di appartenenza.

Nel dettaglio:

  • 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
  • 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
  • 10 anni per i maggiorenni.

Tutte le carte di identità cartacee già in circolazione rimarranno pienamente valide fino alla scadenza su di esse indicata: la nuova C.I.E. verrà rilasciata solo dopo tale scadenza oppure nei 180 giorni precedenti la scadenza stessa o in sostituzione per furto, smarrimento o deterioramento tale da non consentirne più l’utilizzabilità. Il cambio di residenza non costituisce motivo di rilascio anticipato della carta d’identità; essendo la residenza un dato che non contribuisce all’identificazione della persona, la relativa variazione non altera la funzione del documento di riconoscimento (Circolare Ministero dell’Interno 31 dicembre 1992 n. 24).

Il cittadino dovrà recarsi in Comune munito di fototessera, in formato cartaceo o elettronico, su un supporto USB. La fototessera dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto. È consigliabile, all’atto della richiesta, munirsi di codice fiscale o tessera sanitaria al fine di velocizzare le attività di registrazione (non è necessario presentare altri documenti).

Il cittadino, nel momento della domanda:

  • In caso di primo rilascio esibisce all’operatore Comunale un altro documento di identità in corso di validità. Se non ne è in possesso dovrà presentarsi al Comune accompagnato da due testimoni;
  • In caso di rinnovo o deterioramento del vecchio documento consegna quest’ultimo all’operatore comunale;
  • Consegna all’operatore comunale il codice fiscale
  • Verifica con l’operatore comunale i dati anagrafici rilevati dall’anagrafe comunale;
  • Indica la modalità di ritiro del documento desiderata (consegna presso un indirizzo indicato o ritiro in Comune);
  • Fornisce all’operatore comunale la fotografia;
  • Procede con l’operatore comunale all’acquisizione delle impronte digitali;
  • Fornisce, se lo desidera, il consenso ovvero il diniego alla donazione degli organi;
  • Firma il modulo di riepilogo procedendo altresì alla verifica finale sui dati;

A seguito della richiesta di CIE verrà ritirata la precedente carta di identità e rilasciata (analogamente alla patente di guida) una ricevuta con foto e n° identificativo del nuovo documento. Sul retro della ricevuta saranno riportati la prima parte del pin e del puk utili per accedere alle applicazioni della CIE. La seconda parte dei pin sarà inviata per posta insieme al documento.

Il rilascio non è immediato: infatti il cittadino riceverà la CIE all’indirizzo indicato entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta. Gli interessati quindi dovranno dichiarare se desiderano riceverlo al loro recapito o se preferiscono tornare a ritiralo all’Anagrafe. Nel caso decidano per il loro recapito è opportuno sappiano che potrà ritirarlo solo il titolare o la persona da Lui specificatamente delegata in sede di richiesta e sempre previa esibizione di documento di riconoscimento.

Nel caso di impossibilità del cittadino a presentarsi allo sportello del Comune a causa di malattia grave o altre motivazioni (reclusione, appartenenza ad ordini di clausura, ecc.), un suo delegato (ad es. un familiare) deve recarsi presso il Comune con la documentazione attestante l’impossibilità a presentarsi presso lo sportello. Il delegato dovrà fornire la carta di identità del titolare o altro suo documento di riconoscimento, la sua foto e il luogo dove spedire la CIE. Effettuato il pagamento, concorderà con l’operatore comunale un appuntamento presso il domicilio del titolare, per il completamento della procedura.

Il rilascio della CIE ai minorenni

è sempre necessaria la presenza del minore (qualunque sia la sua età)  accompagnato da almeno un genitore o da chi ne fa le veci. La carta d’identità deve riportare la firma del titolare che abbia già compiuto 12 anni.

Per rilasciare il documento con validità per l’espatrio è necessario:

  • l’assenso di entrambi i genitori, reso  anche in tempi diversi, o con autorizzazione scritta del genitore che non accompagna (scarica il modello sottostante)
  • o l’assenso del tutore munito di nomina;
  • in caso di impedimento o di assenza di uno dei genitori, è necessaria l’autorizzazione del Giudice tutelare.

Costi

Secondo quanto stabilito con la delibera di Giunta n.16 del 06/02/2018, il costo della CIE è di 22,20 euro così composto: corrispettivo ministeriale 16,79 euro (IVA compresa), diritto fisso comunale 5,15 euro e diritto di segreteria comunale 0,26 euro

 

Furto e smarrimento

Come già per la Carta d’identità cartacea, in caso di furto o smarrimento occorre presentare la denuncia presso le competenti Autorità (Stazione dei Carabinieri, Polizia Municipale, Posto di polizia di P.S., Questura). Inoltre è necessario richiedere la disattivazione della CIE contattando il numero: 800263388 al quale dovranno essere forniti i seguenti dati:

  • Nome
  • Cognome
  • Codice fiscale
  • Numero della CIE se disponibile
  • Estremi della denuncia presentata alle forze dell’ordine

Il servizio-valido solo per la nuova CIE-è attivo: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 18.00 e  il sabato dalle ore 8.00 alle 14.00. Dopo aver sporto denuncia e disattivato la carta, sarà possibile chiedere un appuntamento per il rilascio di una nuova CIE mediante le medesime modalità sopra descritte.

 

 

 

 

 

INFORMAZIONI ED AGGIORNAMENTI DAL SERVIZIO DI AFFARI DEMOGRAFICI

Copyright © 2021. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da Smai srl Accedi